Dove siamo

Per arrivare:




 Leggi questo post per conoscere altri dettagli e vedere le foto degli spazi interni (camere, salone, cappella, refettorio, cucina): Per chi non conosce l'eremo...

Clicca qui per leggere l'articolo sul periodico dell'Ordine dei Servi di Maria "Le Missioni" 
con la presentazione delle attività e dello spirito del gruppo "L'isola che c'è" 
che anima l'Eremo di Santa Maria

Chi siamo?

“L’isola che c’è” è una realtà nata, da alcuni anni, da un gruppo di persone che nel tempo si è trovato a vivere la propria vita secondo un sentire comune che si è costruito man mano che gli incontri e le relazioni si sono ampliati. La realtà che viviamo si basa su un progetto che stiamo comprendendo a poco a poco.In genere gli incontri si svolgono a Isola Vic. all’eremo di Santa Maria. Le persone che intervengono provengono da varie parti della provincia di Vicenza e non, in modo libero e gratuito, senza tessere o impegni scritti. Le notizie sulle proposte sono diffuse tramite questo blog a cui le persone che lo richiedono vengono iscritte. Molte delle attività del gruppo in questi ultimi due anni sono state in collaborazione con fra Renzo dei Servi di Maria all’interno del programma del convento di S. Maria del Cengio di Isola Vic.Il vivere comune si basi su principi semplici come:

Essere in relazione: si cerca di vivere con la consapevolezza che ogni relazione è una possibilità di comprendere meglio se stessi. In genere nel metterci in relazione con gli altri, anche all’interno di un gruppo, riportiamo gli stessi meccanismi che abbiamo acquisito nella nostra vita. Poter accorgersene, vederli, viverli e accoglierli, se è il caso anche parlarne con altri che vivono il nostro stesso sentire, è una possibilità che ci doniamo.

Lavorare: ogni esperienza di lavoro viene vissuta in un ritmo “monastico”, a volte nel silenzio, a volte nella condivisione della parola, sempre, però, tenendo presente che il lavoro che svolgiamo è la manifestazione del nostro lavoro interiore. Il motto che caratterizza i tempi di lavoro è: lavoriamo  fuori per lavorare dentro.


Pregare: la preghiera e la meditazione sono momenti che ci accomunano nei tempi vissuti all’eremo o al Santuario. Nelle giornate trascorse insieme viene sempre ricercato uno spazio per il silenzio come risorsa che permette di portare lo sguardo nella nostra interiorità.


Condividere: si va dalla condivisione del lavoro a quella dei momenti di festa. Si cerca di aiutarsi come si può e quando si può nei momenti belli e tristi della vita. Abbiamo fatto traslochi, pulizie, organizzato feste, visite in ospedale, momenti di sostegno per le mamme in attesa….


Imparare: l’intento è quello di non mettere barriere al nostro imparare, essere curiosi e disponibili ad imparare cose nuove dal lavoro pratico ad argomenti di cultura generale indipendentemente dal grado d’istruzione raggiunto, il lavoro che svolgiamo, gli interessi che abbiamo. Essere aperti il più possibile in modo da lasciarci sorprendere dalla vita.

Vita all'Eremo
L'eremo è stato preso a cuore nel rispetto del luogo, dedicato a S. Maria. Con impegno, il gruppo ha voluto renderlo accessibile a quanti desiderano trovare momenti di silenzio, di lavoro condiviso, di riflessione sia personale che di gruppo.
In particolare l’eremo è aperto per i momenti personali il lunedì pomeriggio e l’ultimo fine settimana di ogni mese (per gli altri giorni telefonare per prenotare) in cui c’è la possibilità di condividere gli spazi dal venerdì sera fino alla domenica sera per momenti di vita comunitaria, di silenzio, di lavoro manuale, di riflessione e di tutto quello che può rendere il tempo uno spazio sacro. L’eremo può ospitare a dormire fino a 11 persone, per cui se si vuole soggiornare è importante accordarci.



Per scriverci: lisolakece@libero.it